I Bonsai

Anche se le notti sono ancora fresche si consiglia di portare all’esterno i bonsai che hanno svernato in casa come i ficus, la pianta del pepe, la serissa, il carmone…

Una volta che le abbiamo portate all’esterno le nostre piante bonsai vanno lasciate adattare, per una quindicina di giorni, alla nuova situazione. Poi dobbiamo intervenire con i rinvasi in caso di necessità.
Innanzi tutto, iniziamo a concimare regolarmente i nostri bonsai. Attenzione che, con le miti temperature all’esterno, i bonsai si asciugheranno quotidianamente e quindi andranno innaffiati con una certa costanza.

Per i bonsai da esterno (pini, olmi, querce) è ora di effettuare la potatura dei rami e, al momento del risveglio vegetativo, è tempo di intervenire con la pinzatura dei germogli (eccetto che per i pini) per formare le foglie piccole. Si parte dal basso. Bisogna intervenire sui rami di nuovo sviluppo lasciando solo due e tre foglie alla base del ramo in modo che, anche in futuro, la pianta sia indotta a far germogliare piante di piccole dimensioni.
Per quanto riguarda i bonsai da fiori, la potatura va realizzata dopo la fioritura.

Cosa serve:

  1. vasi nuovi in caso di necessità
  2. forbici di diverse dimensioni per le varie potature
  3. mastice
Condividi articolo: