NATALE ECOLOGICO AL GARDEN FLORIDEA

TORNA LA RACCOLTA GRATUITA DEGLI ALBERI SINTETICI

Da domani, giovedì 11 novembre, al via la terza edizione del progetto. In due anni riciclati 1.500 chili di plastica


Le feste sono ormai alle porte e con esse, per chi ne ha bisogno, anche l’acquisto di nuovi alberi di Natale. Nel momento in cui si decide di sostituire il vecchio ‘abete’ di plastica, da Garden Floridea è possibile riciclarlo correttamente per rispettare l’ambiente, grazie all’iniziativa Ri-Albero, ideata in collaborazione con Amia e giunta alla sua terza edizione.

Da domani, giovedì 11 novembre, al 7 dicembre, un apposito contenitore sarà posizionato fuori dal vivaio di via Gardesane dover poter consegnare il vecchio albero sintetico per farlo smaltire gratuitamente e in totale sicurezza, ricevendo  in  cambio uno sconto del 20% da utilizzare per l’acquisto di un nuovo ‘abete’, finto o vero che sia. A quanti decideranno di comprare un albero naturale, Floridea consegnerà un manuale con tutti i segreti per curarlo al meglio e ripiantarlo all’esterno una volta terminate le festività. Quanti, invece, opteranno per il sintetico, gli esperti del Garden consiglieranno un prodotto di ultima realizzazione e quindi certificato.

Sarà Amia a prendere in consegna i vecchi ‘abeti’, per poi riciclarli. Nelle due edizioni precedenti sono stati raccolti più di 500 alberi, per un totale di quasi 1.500 chili di plastica riciclata o smaltita correttamente. 

“Il Natale 2021 sarà all’insegna dell’attenzione ambientale e del riciclo – spiega Maurizio Piacenza, titolare di Garden Floridea -. Anche quest’anno abbiamo voluto rinnovare la sinergia con Amia e riproporre un progetto che, nel corso delle prime edizioni, ha riscosso grande successo. L’obiettivo è incentivare comportamenti virtuosi ed ecologici. In questo modo, infatti, viene attivata una filiera che consente il riciclo e il corretto smaltimento dei materiali. Tutti coloro che porteranno il loro vecchio albero riceveranno uno sconto importante per l’acquisto del nuovo e saranno seguiti dai nostri esperti, per fare la scelta migliore. Ossia un ‘abete’ sintetico di ultima generazione e quindi certificato. Opzione che va per la maggiore: in Italia, ogni anno l’80% degli alberi di Natale acquistati sono in plastica. Se l’opzione è l’acquisto di un albero naturale, i clienti riceveranno tutti i suggerimenti per curarlo e ripiantumarlo all’aperto una volta finite le feste”.

“Istituzioni pubbliche e private unite per favorire il riciclo – ha detto l’assessore al Commercio e alle Attività produttive Nicolò Zavarise – e supportare la cittadinanza nello smaltimento e raccolta dei vecchi alberi di Natale sintetici. Il Comune è ancora una volta in prima linea, in collaborazione con le attività economiche cittadine, per sostenere la tutela dell’ambiente e la sostenibilità”.

“Ri-Albero è un’iniziativa lodevole che abbiamo deciso di sostenere per un duplice motivo – ha sottolineato il vicepresidente di AMIA Alberto Padovani –. Da un lato si garantirà maggiore sicurezza, evitando potenziali fonti di rischio dovuti a vetustà, stabilità e cattivo funzionamento di quelli sintetici, dall’altro si andrà ad ottimizzare la raccolta degli alberi che tante volte nel periodo pre e post natalizio vengono in maniera indiscriminata abbandonati vicino a cassonetti o in mezzo alle strade”.  

 Una partnership che proseguirà anche all’interno dell’Isola Ecologica di via Avesani. Garden Floridea, infatti, consegnerà ad Amia Stelle di Natale e piante ornamentali che verranno regalate ai cittadini che effettueranno più conferimenti. Un modo per incentivare il corretto smaltimento dei rifiuti.

Categorie: NataleNEWS

0 commenti

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *